Cercasi sponsor per i prossimi Hub di quartiere contro lo spreco alimentare entro il 10 ottobre

La riduzione dello spreco alimentare è una delle priorità della Food Policy di Milano e le proposte di azione su questo tema sono partite già nel 2016 ingaggiando diversi attori territoriali. La riduzione dello spreco alimentare si sviluppa attraverso il coinvolgimento dei soggetti che in città sono attivi sul tema come centri di ricerca, istituzioni, settore privato, fondazioni ed attori sociali e tra le azioni già avviate ci sono 2 Hub di Quartiere per la raccolta e la redistribuzione delle eccedenze alimentari.

Il Comune di Milano, Assolombarda, Politecnico di Milano, Ricetta QuBi e Fondazione Cariplo intendono ricercare soggetti disponibili a collaborare per la creazione di nuovi Hub di Quartiere con l’obiettivo di estendere la raccolta e donazione in tutti i Municipi della città, replicando e potenziando il modello già sviluppato in Municipio 9 con il Banco Alimentare della Lombardia.

HUB - Copia

Che cos’è un Hub di quartiere e come funziona?

L’Hub è uno spazio fisico in cui il cibo in eccedenza viene raccolto dai supermercati e dalle mense aziendali, stoccato e reso disponibile per la redistribuzione alle associazioni locali.

Il modello dell’Hub di quartiere consente di agire su tutte le tipologie di cibo raccolto: cibo fresco, cucinato e secco, frutta e verdura, pane, inoltre da a possibilità di mixare il cibo recuperato, permettendo di donare un’offerta alimentare variegata, nutriente ed equilibrata alle persone in difficoltà, affiancandosi al contatto diretto tra supermercato e Onlus.

In città sono attivi due Hub contro lo spreco alimentare, entrambi finanziati dal programma “Ricetta QuBì contro la povertà infantile”.

Durante la progettazione del primo Hub in Municipio 9 impatti stimati su un Hub di quartiere sono sociali, economici e ambientali. Si arriva infatti a recuperare circa 60 tonnellate di cibo annue equivalenti a circa 220.000 pasti, per un valore economico di 380.000 euro di donazioni  e un risparmio anche nello smaltimento dell’umido. infine dal punto di vista ambientale si stima che si riduca la produzione di CO2 per circa 237 tonnellate all’anno con oltre 90 milioni di metri di acqua risparmiati.

L’obiettivo è quindi estendere progressivamente e localmente la rete in altri quartieri di Milano e per questo è stato lanciato questo avviso pubblico per la selezione di supporter per i prossimi Hub di Quartiere da sviluppare in città.

rosebox-BFdSCxmqvYc-unsplash
SIST - Copia (2)

Che supporto potete dare

L’avviso è rivolto a tutti i soggetti, pubblici o privati, persone fisiche o giuridiche come imprese individuali, società commerciali, società cooperative, consorzi, raggruppamenti temporanei di imprese, artigiani, istituti bancari, enti pubblici e privati, associazioni, fondazioni. Con l’avviso cerchiamo 3 tipologie di supporto:

  1. Messa a disposizione di spazi, pubblici o privati, per un minimo di 4 anni finalizzati all’allestimento di uno o più Hub; gli spazi devono avere una dimensione superiore ad 80 mq, preferibilmente su un unico livello facilmente accessibili per il carico e scarico merci;
    Il Comune di Milano, si riserva la facoltà di mettere a disposizione spazi di propria proprietà che verranno descritti in apposite schede tecniche caricate periodicamente quando individuate in questa pagina e sul sito del Comune fino al settembre 2020.
  2. Sponsorizzazioni tecniche utili all’allestimento degli spazi quali ristrutturazione di spazi, allestimento di una cella refrigerata, allestimento con piccole infrastrutture e arredi, furgoncini coibentati, cargobike;
  3. Sponsorizzazione finanziaria da corrispondere all’Amministrazione o ad altro soggetto individuato con procedura ad evidenza pubblica, un finanziamento in denaro.

Una volta individuate le seguenti funzioni verrà individuato con procedura ad evidenza pubblica il soggetto gestore dello spazio.
samuel-zeller-JuFcQxgCXwA-unsplash

Tutti i materiali

Scadenze

L’avviso resterà permanentemente aperto fino al 30 settembre 2o20 e le procedure di selezione saranno divise in 3 fasi di esame così suddivise:

  • 10 ottobre 2019 – ore 12.00
  • 31 marzo 2020​
  • 30 settembre 2020​

I materiali andranno inviati, secondo le modalità descritte nell’avviso alla Direzione Quartieri e Municipi, via Marconi 2, secondo piano, Milano oppure via PEC all’indirizzo municipi@pec.comune.milano.it