Frutteto del Gallaratese

Orti urbani, giardini condivisi, frutteti comunitari e forestazioni urbane sono ormai prassi diffuse da Zurigo a Parigi, da Londra a Dublino, da Barcellona a Berlino, da New York a Vancouver.
Pur con caratteristiche diverse, rappresentano una “fioritura” di comunità attive nella riappropriazione di spazi residuali, come laboratori di cittadinanza e di relazioni costruttive con le Istituzioni. Anche a Milano stanno nascendo esperienze analoghe. Questo progetto intende realizzare il “Frutteto del Gallaratese QT8″ attraverso la riqualificazione di spazi abbandonati, coinvolgendo i cittadini.

62 Immagine da Riformare Milano QT8-Gallaratese

Il progetto rappresenta il contributo della Food Policy al Piano Quartieri del Comune di Milano, concentrandosi sui quartieri Gallaratese e QT8, con una forte vocazione residenziale pubblica.

Il Gallaratese-QT8 si estende lungo il tratto finale della M1 ed è caratterizzata da una spina verde centrale, inserita in una dotazione di servizi educativi, sociali e sportivi. Rappresenta una parte della città caratterizzato da forti processi trasformativi.
Le potenzialità dei quartieri sono elevate grazie a un’attiva comunità locale e molteplici iniziative. Le criticità sono invece localizzate puntualmente in alcune situazioni di degrado, nell’elevato indice di anzianità e nell’elevata monofunzione residenziale, connessa a una scarsità di luoghi di ritrovo.

L’Ufficio Food Policy con la Direzione Piano Quartieri ha definito il primo concept del frutteto; con l’obiettivo di radicarlo nei quartieri, la Direzione Municipi ha impostato il percorso per sviluppare il progetto.
Il frutteto sarà elaborato con uno Studio di Fattibilità (giugno-dicembre 2019), le cui componenti principali sono descritte in questa pagina.

MAPPA AREE INTERESSE FRUTTETO SECONDO

Obiettivo

Il progetto intende promuovere il cibo sano e la salute attraverso la realizzazione di un frutteto integrato e diffuso. Attraverso il coinvolgimento degli abitanti dei quartieri Gallaratese e QT8, saranno riqualificate aree non utilizzate dai cittadini perché intercluse, degradate o da bonificare e saranno destinate alla produzione di frutta, verdura e servizi integrati.

Nello specifico il Frutteto del Gallaratese intende aumentare la coesione sociale, coinvolgendo direttamente i residenti; aumentare l’attrattività dei quartieri, attraverso la costruzione di un’identità associata al cibo sano; aumentare la qualità dell’ecosistema locale attraverso l’agricoltura urbana, tetti verdi  e rigenerazione dei suoli-biorimediation.

ds

Studio di Fattibilità

Per sviluppare il progetto il Comune di Milano e il Municipio 8 intendono realizzare uno Studio di Fattibilità in grado di approfondire le diverse componenti del progetto connesse alla produzione e distribuzione di cibo, servizi integrati e interventi innovativi.

Lo studio di fattibilità del progetto dovrà essere sviluppato attraverso un forte ascolto del territorio e orientamento delle soluzioni innovative in funzione dei bisogni del quartiere. Una particolare attenzione dovrà essere posta alla definizione del modello di governance, all’analisi di mercato e alla definizione di modelli di business per promuovere localmente opportunità occupazioni sui temi del cibo.

Oggetto: Manifestazione di Interesse per l’affidamento dello studio di fattibilità del “Frutteto del Gallaratese”.
Scadenza: 31 marzo 2019 – ore 12.30.
Modalità di assegnazione: Procedura negoziata
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa, miglior rapporto qualità-prezzo.
Durata: 6 mesi (180 giorni)
Costo: 65.500 € IVA esclusa
Scarica qui l’Avviso Pubblico per la Manifestazione di Interesse

333

Casi internazionali

Bloomberg Associates ha supportato il processo di ideazione del concept. Sa aprile ad agosto 2018 è stata elaborata una raccolta di casi, individuando 12 progetti che potessero essere presi a riferimento. Per poi approfondire i 4 progetti con gli elementi direttamente replicabili nel Gallaratese:

  • Seattle – orto comunitario gestito da volontari – Beacon Food Forest, un frutteto progettato in modo integrato come una foresta autoctona senza divisione di lotti.
  • Pittsburgh – Quartiere agricolo multifase – Hilltop Urban Farms, simile al Gallaratese per dimensioni, costruito per lotti integrati, coinvolgimento della comunità locale.
  • New York – Tetto verde con serre idroponiche – Gotham Greens, acquaponica sui tetti che potrebbe essere replicata sui tetti pubblici del Gallaratese (scuole, impianti sportivi e sociali), su 4.000mq viene prodotto 300T/anno valore 10-50M $.
  • Parigi – Fattoria didattica gestita dalla città – Ferme de Paris, coinvolgimento diretto del Comue nella gestione, agricoltura didattica per 59.000 visituatori/anno.

SCEHMA GRANDE ITA BIANCO - Copia (2)Schema Sintesi Bianco ITA - CopiaDalle analisi effettuate con Bloomberg Associates sono emersi i fattori chiave per il buon esito del progetto quali:  il coinvolgimento diretto della comunità locale fin dall’ideazione della concept, Il sostegno della municipalità attraverso diverse forme, la coerenza tra gli obiettivi e la definizione delle filiere produttive e dei flussi finanziari, l’individuazione di un mercato per i prodotti agricoli già nella fase di ideazione.

Casi nazionali

L’Ufficio Food Policy ha indiviauto una serie di progetti analoghi sviluppati in altre città italiane, tra questi:

  • Venezia -2010 Vino in Laguna un vigneto inserito nel giardino condiviso gestito dall’Associazione Spiazzi.
  • Genova – 2015 – Il progetto Orto Collettivo è stato definito come l’orto urbano più grande d’Italia, oltre 7 ettari destinati alla coltivazione collettiva di ortofrutta.
  • Bologna – Frutteto della biodiversità promosso da Arpae Emilia Romagna nel Parco Agroalimentare FICO, sono state messe a dimora alcune delle piante più significative e caratteristiche d’Italia.
  • Roma – 2013 – Frutteto di Metropoliz, dedicato al recupero delle varietà antiche è sviluppato tra i capannoni dell’ex fabbrica Fiorucci.
  • Monza – 2017 Il Frutteto matematico con 600 piante della Scuola Agraria del Parco di Monza ha previsto la ricostruzione secondo un impianto storico del 1800 originario del Parco di Monza, sono presenti percorsi formativi e di lavoro per persone svantaggiate, famiglie e scuole.
  • San Donato Milanese – 2017 – Progetto Pratone un frutteto didattico su 8 campi sono stati piantati 120 alberi da frutto
  • Milano – 2018 – Frutta in campo a Quinto Romano su 2,4 ettari, 26 filari, 2000 piante, 9 specie con l’obiettivo di vendere 300 tonnellate di frutta all’anno.
  • Milano – 2018 – Bosco-Frutteto a Nocetum su 1 ettaro con noci e altre specie, piccoli frutti, l’iniziativa è nata dalla collaborazione tra la Cooperativa sociale e l’Istituto Europeo di Oncologia (IEO).

Dossier Preliminare

L’Ufficio Food Policy ha costruito un quadro delle informazioni esistenti in relazione ai quartieri Gallaratese e QT8, elaborando un Dossier Preliminare per analizzare gli elementi del progetto “Frutteto del Gallaratese”, favorendo l’immediata operatività dello studio di fattibilità.
index

Il Dossier è stato elaborato tramite l’interazione con diverse Direzioni del Comune e con attori esterni all’amministrazione. Fornisce una fotografia complessiva del territorio e degli elementi per affidare lo Studio di fattibilità e di accompagnamento del progetto (marzo 2019), evidenziando ciò che è già disponibile e circoscrivendo così le attività da richiedere con lo studio di fattibilità.

  • 14 attori economici di dimensioni medio-grandi
  • 54 attività coinvolgibili (ristoranti, supermercati, cascine)
  • 34 associazioni locali potenzialmente coinvolgibili
  • 18 istituti scolastici e/o formativi, 11 Istituti religiosi
  • 50 ettari di verde urbano di cui potenzialmente 12 ha per il progetto (24 aree da verificare)
  • 20 spazi verdi funzionali (giardini pubblici, aree gioco, etc)
  • 20 impianti sportivi
  • 16 progetti in corso a cui connettersi
  • 20 riferimenti normativi (piani, regolamenti, etc)
  • 11 ricerche pregresse e studi sul Gallaratese QT8
  • 31 buone pratiche mappate a Milano sul tema
  • 7 frutteti urbani mappati a livello nazionale
  • 6 casi internazionale (3 in USA; 3 in EU)

Scarica qui il Dossier Preliminare del Frutteto del Gallaratese

Download

drtt